Simply

26 mag 2017

Addio all' astrofisico Giovanni Bignami: il ricordo della moglie/collega Patrizia Caraveo

Addio all' astrofisico Giovanni Bignami: il ricordo della moglie/collega Patrizia Caraveo
La scienza gli deve molto perché "aveva la capacità unica visionaria di immaginare progetti a lungo termine". Questo è il ricordo dell'astrofisico Giovanni Bignami, morto ieri a Madrid, affidato all'ANSA dalla moglie Patrizia Caraveo, astrofisica dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). 

"Per me era il compagno di una vita, con cui ho vissuto una splendida avventura intellettuale, durata più di 30 anni e per un crudele gioco del destino è morto nel giorno del nostro anniversario di matrimonio", ha aggiunto la moglie con la voce molto commossa. 


Dopo il ricordo personale, Patrizia Caraveo che con Bignami ha condiviso anche 20 anni di ricerche sulla stella Geminga, ha ricordato il manager della scienza: "era un uomo capace di immaginare progetti a lungo termine" come SKA, lo Square Kilometre Array (SKA), più grande radiotelescopio del mondo, in costruzione in Australia ed in Sud Africa. 

Ieri come presidente del consiglio di amministrazione del progetto "era a Madrid per discutere con rappresentati politici spagnoli dell'intenzione della Spagna a entrare nel progetto". 

L'astrofisico Giovanni Bignami era capace anche di grandi battaglie, come quella fatta e vinta per sbloccare il progetto dell'E-Elt,(European Extremely Large Telescope), la cui prima pietra si posa domani sulle Ande cilene, ha detto la moglie, che ha ricordato anche le altre battaglie. 

Come quella fatta per avere il quartier generale di Ska in Italia, a Padova anche se poi era stata scelta Manchester, in Gran Bretagna ''e lui ci era rimasto malissimo''. ''Nanni, come lo chiamavano in famiglia ma anche gli amici e colleghi era un uomo dal carattere scintillante e divertente'' che amava la cultura in generale non solo quella scientifica ed era appassionato di letteratura: ''diceva che gli scienziati devono sviluppare sensibilità verso le scienze umane''. 

Nessun commento:

Posta un commento